Case History

La parola agli Export Specialist

Il Temporary Export Specialist Co.Mark lavora ogni giorno al fianco delle imprese per aiutarle a vendere nei mercati del mondo. Questo spazio nasce per raccontarvi le Case History più interessanti, direttamente dalla voce degli Export Specialist presso le aziende clienti: un'occasione per conoscere da vicino il nostro approccio operativo e concreto, a sostegno delle vendite e dello sviluppo commerciale delle imprese italiane.

Le tematiche export ti hanno incuriosito? Hai dubbi o domande riguardo il metodo utilizzato dai nostri Temporary Export Specialist per migliorare le performance di vendita dell'azienda? Abbiamo trattato un mercato o un settore che ti interessa? C'è un caso di export che ti piacerebbe approfondire? 

Contattaci, troveremo il modo di esserti d'aiuto!

La capacità di uscire dalla tradizione per abbracciare nuovi asset commerciali rappresenta indubbiamente un passaggio di rottura, estremamente impegnativo nella vita di un’azienda. Non sempre gli antichi fasti aziendali e le abituali argomentazioni commerciali risultano sufficienti per creare appeal nella clientela internazionale, ed il rischio è di risultare poco interessanti ed efficaci...


L'azienda in esame è specializzata in lavorazioni di decoro packaging plastici e di vetro, con un fatturato ad inizio rapporto di 1.2 milioni di Euro realizzato interamente sul mercato italiano e, per la quasi totalità, a pochi chilometri dall'azienda. L'obiettivo del cliente era quello di aumentare la quota di fatturato aziendale diversificando il portafoglio clienti. Trattandosi di...


L'azienda di riferimento è un'impresa pesarese forte di 8 milioni Euro di fatturato, specializzata nella lavorazione di vetro curvo e di vetri ad alto contenuto tecnologico, con alle spalle 40 anni di esperienza. L’azienda, consapevole di dover recuperare metro per metro il terreno perso sui mercati esteri durante la crisi del 2008, desidera intraprendere un’azione commerciale aggressiva e...


L’azienda presa in esame produce serramenti in legno, in particolare finestre e portefinestre in differenti tipi di legno e legno/alluminio. Prima dell'intervento dei Temporary Export Manager non sono mancati dei contatti con l’estero, specialmente nel mercato britannico, che hanno suscitato interesse nell’azienda portandola a studiare una gamma di serramenti in linea con il gusto locale; ma...


L'azienda in esame è un classico attore del nostro panorama produttivo operante nel settore della moda con un fatturato di 2,3 milioni di Euro ed una quota export pari al 7% rispetto al fatturato complessivo. I mercati obiettivo prescelti sulla base dell’analisi dell’interscambio, analisi della concorrenza e prospect presenti sono stati: Grecia ed Ungheria; i canali di distribuzioni...


Quella presa in esame è un’azienda artigianale di Vicenza specializzata nella realizzazioni di arredi d’interni su misura di fascia alta. Per sviluppare le vendite sui mercati esteri ha avviato una partnership commerciale con Co.Mark più di 4 anni fa. Russia, Svizzera, Francia sono stati i mercati nei quali l’attività si è concentrata, grazie alle collaborazioni con studi di interior design...


L'azienda in esame è una storica cooperativa attiva fin dal secondo dopoguerra nella produzione di vino Frascati e punto di riferimento nell'ambito della produzione del vino cosiddetto dei "Castelli Romani". Al momento dell'inizio della consulenza, l'azienda era presenta in modo capillare sul mercato nazionale, principalmente sui canali della GDO e tramite una rete capillare di piccoli...


L'azienda presa in considerazione è una realtà del modenese, produttrice di espositori e pannelli in legno su progetto per pavimenti e rivestimenti in ceramica, marmi, pietre, mosaici e parquet, con un fatturato di 4,5 mln, realizzato quasi completamente sul territorio nazionale e con un’attività export del tutto irrilevante e comunque passiva. L’intervento del TES e l’azione commerciale...


L’azienda in esame effettua lavorazioni di fresatura, foratura e filettatura esclusivamente in Italia, insomma è un puro “contoterzista”.  Prima del nostro intervento i clienti seguiti da questa micro aziende erano solo tre per il canale B2B, nello specifico quello dei produttori di sistemi per porte e tende scorrevoli. L’analisi iniziale e l’attività di marketing sul campo ha mostrato...


L'azienda presa in considerazione è una realtà che produce serbatoi per lo stoccaggio di carburante diesel impiegati nei settori agricolo, costruzioni e trasporti. Prima dell'intervento l'azienda fatturava circa 650.000 euro con una quota export di circa il 5%. I canali utilizzati erano sostanzialmente il B2B l'e-commerce. La strategia utilizzata prima dell'intervento era di natura passiva...


L'azienda di riferimento è una produttrice di particolari plastici stampati ad iniezione e stampi, con un fatturato di 8 milioni di Euro ed una quota export pari al 10% rispetto al fatturato complessivo, realizzato nel settore subfornitura Automotive. L’azienda si è strutturata con una clean room per poter fornire il mercato del settore medicale il quale è costantemente in crescita. Mercati...


L’azienda in esame produce, da circa 80 anni, macchinari per il settore imballaggio in cartone ondulato e cucitrici a filo e lastrina metallica per legatoria. Data la natura particolare dei prodotti, si è effettuato un approccio a macchia di leopardo, prediligendo quei mercati all’interno dei quali la società non ha mai esportato: nello specifico, ci si è concentrati sull’Oriente e sul Sud...


L’azienda presa in considerazione è un produttore di bagni prefabbricati per alberghi, comunità e case di riposo con un fatturato di circa 8 milioni di Euro realizzati per l'80% all'estero. L’obiettivo dichiarato del cliente è stato quello di ampliare le vendite nei mercati di lingua tedesca, un mercato per l'azienda interessante ma ostico, e nel quale non si era mai riusciti ad ottenere...


L'azienda in esame è una produttrice di materiale plastico estensibile con un fatturato di circa 20 milioni di Euro, interamente realizzato sul mercato domestico. Date le molteplici applicazioni del prodotto, i settori di sbocco erano altrettanto numerosi. Nella storia aziendale i clienti attivi sono stati tutti reperiti prevalentemente tramite il passaparola, senza una strategia precisa. ...


L'azienda di riferimento è una produttrice di cavi di controllo per il settore automotive aftermarket con un fatturato di 4,7 milioni di Euro e una quota export pari al 15% rispetto al fatturato complessivo. I mercati obiettivo prescelti sulla base di: analisi dei dati di interscambio, analisi della concorrenza, presenza prospect rilevanti e desiderata espressi dal titolare; sono stati Regno...


La customizzazione arma vincente per superare gli ostacoli L'azienda in oggetto e' una realtà romana specializzata in lenti a contatto e soluzioni per la cura degli occhi .  Fatturato generale di circa 1.000.000 di Euro , di cui una quota export di circa il 50% fortemente polverizzata su molti mercati europei (ognuno dei quali esprime una parte minima di fatturato ) e su 1 Area...


L'azienda di riferimento è un mangimificio situato nell’area parmense, specializzato nella produzione di alimenti zootecnici, in particolare mangimi composti e integratori per bovini e suini, con un fatturato di circa 50 milioni di Euro di cui l' 8% all’estero su un unico mercato presidiato in partnership con un produttore locale.  Avendo individuato come prodotto core una linea di...


L’azienda presa in esame è specializzata in lavorazioni meccaniche su componenti per valvole industriali e sui rulli per colata continua e da forno forte di un fatturato di 4 milioni di Euro circa, di cui solo il 5% realizzato all'estero con clienti occasionali. Obiettivo principale dell'azienda era quello di fidelizzare i clienti esteri per garantire un fatturato estero costante nel tempo. ...


L'azienda considerata è una delle cantine sociali più grandi del Nord Italia. Ha un fatturato che supera i 25 milioni di euro sviluppato per il 95% sul mercato nazionale, in controtendenza rispetto ai competitor di riferimento che esportano più del 60% del fatturato totale. L’azienda non ha un ufficio commerciale strutturato e ha sempre avuto un approccio reattivo piuttosto che attivo nella...


L'azienda in esame produce macchinari custom per l'estrusione dell'alluminio, realizza un fatturato complessivo di 25 milioni di Euro con una quota export del 2,5%. I canali di distribuzione impiegati prima del nostro intervento sono gli importatori e i distributori di macchine per la lavorazione dell'alluminio. L'obiettivo del nostro intervento, definito con il management e la proprietà...


Affidati ai Temporary Export Specialist Co.Mark per vendere i tuoi prodotti nei mercati del mondo!

Business News

Vuoi ricevere mensilmente opportunità d'affari relative al tuo specifico settore? Iscriviti alle nostre Business News!

Scopri i tuoi mercati

Identifica i mercati di maggior interesse per esportare i tuoi prodotti! Attraverso il nostro software di analisi dei mercati, ti consentiamo di individuare i 6 Paesi a più elevato potenziale di export in base al tuo settore di business! Scopri dove puoi vendere con successo!

Identifica i mercati di maggior interesse per esportare i tuoi prodotti! Attraverso il nostro software di analisi dei mercati, ti consentiamo di individuare i 6 Paesi a più elevato potenziale di export in base al tuo settore di business! Scopri dove puoi vendere con successo!

Trova i tuoi clienti

I nostri Temporary Export Specialist ogni giorno raccolgono opportunità di business in tutto il mondo. Valuta quelle relative al tuo settore!

Alimentare
Cosmesi
Meccanica
Abbigliamento ed accessori
Edilizia e costruzioni
Medicale
Arredamento ed accessori
Elettronica ed elettrotecnica
Plastica e gomma
Automotive
Legno
Tessile
Carta e cartone
Macchine ed impianti
Vetro
Chimica
Varie